Ritardi nei rimborsi spese alle famiglie di bambini gravemente malati. Il Movimento Consumatori scrive al direttore generale dell’Asl, Vito Piazzolla

Nei giorni scorsi diverse famiglie dell’Alto Tavoliere, purtroppo alle prese con problemi di salute dei propri figli, hanno informato il Movimento Consumatori Puglia che pur avendo diritto al rimborso delle spese generali per l’assistenza sanitaria e procedendo mensilmente alla consegna della domanda con scontrini e ricevute fiscali, i rimborsi non vengono effettuati a causa di ritardi dell’azienda sanitaria. Una situazione di disagio che prosegue ormai da tempo e che rischia di essere non più sostenibile per le famiglie.

Da qualche mese – spiega il presidente del Movimento Consumatori Puglia e vice presidente nazionale, dr. Bruno Maizzi – pur consegnando le pratiche all’Ufficio Protocollo dell’Ospedale non avviene l’opportuna rendicontazione per consentire il rimborso spese da parte dell’Ufficio pagatore. Questa situazione per famiglie che periodicamente sono costrette a recarsi fuori città per controlli e ricoveri o a sostenere spese per la salute dei propri figli rischia di aggravare ancora di più il bilancio familiare e diventerà sempre più insostenibile se l’azienda sanitaria locale non provvederà ad accelerare le procedure, così come avveniva in passato, consentendo tempi di attesa meno lunghi per i rimborsi. Invitiamo, pertanto il direttore generale dell’Asl Vito Piazzolla ad intervenire con urgenza per rimuovere gli ostacoli che oggi rallentano le procedure di rimborso”.

Per ulteriori dettagli e informazioni è possibile contattare il Movimento Consumatori Puglia all’indirizzo puglia@movimentoconsumatori.it o telefonare al numero 338.7979600.

Facebooktwitterredditmail